Chat with us, powered by LiveChat Quanto tempo dopo un test di ovulazione positivo si è fertili?

Quanto tempo dopo un test di ovulazione positivo si è fertili?

By MomMed | 25 May 2022 | 0 Comments



Nutrire una vita dentro di sé è un privilegio a cui tutte le donne aspirano. Tuttavia, l'inizio del viaggio potrebbe essere un po' accidentato e complicato. 

Poiché le donne hanno una finestra fertile molto breve (meno di 60 ore), è fondamentale individuare il momento giusto per cercare di rimanere incinta. Un ritardo anche di un solo giorno potrebbe costringervi ad aspettare l'inizio del ciclo successivo. 

Per questo motivo, eseguire regolarmente un test di fertilità aiuta le donne a capire qual è il momento perfetto. Anche se un test di fertilità può includere l'esame di molti aspetti, le donne che cercano attivamente una gravidanza di solito spuntano le altre caselle e si affidano principalmente al test di ovulazione. 

 

Ovulazione e fertilità

Le donne nascono con miliardi di ovuli nelle ovaie. Ogni ciclo mestruale viene rilasciato un ovulo maturo. Questo avviene grazie a un'impennata dell'ormone luteinizzante (LH). L'ovulo, dopo essere stato rilasciato, percorre tutta la tuba di Falloppio e si dissolve dopo 24 ore. 

La fecondazione avviene solo se lo sperma è presente nella tuba di Falloppio al momento della fecondazione. Gli spermatozoi possono sopravvivere all'interno della donna per 3-5 giorni. Si può quindi affermare che le donne hanno una finestra fertile di soli 6 giorni. È l'arco di tempo in cui possono rimanere incinte dopo un rapporto sessuale non protetto. Include il giorno dell'ovulazione e i cinque giorni precedenti. 

Questo periodo è spesso alla base di un test di fertilità. Il test di ovulazione indica il giorno approssimativo dell'ovulazione e quindi il periodo fertile durante il quale le aspiranti mamme possono cercare di rimanere incinte.

 

Come sapere se si sta ovulando?

Il corpo ha innumerevoli modi per indicare che si sta per ovulare. Uno dei segnali più comuni e rilevabili è il cambiamento di consistenza delle perdite vaginali. A causa della secrezione di abbondanti quantità di muco cervicale, che favorisce un rapporto sessuale più facile e piacevole e aiuta gli spermatozoi a risalire attivamente la cervice fino alla tuba di Falloppio, le perdite hanno l'aspetto di un albume d'uovo. 

Anche l'aumento della temperatura corporea basale è un segno rivelatore dell'ovulazione. Se si controlla la temperatura corporea ogni giorno al mattino, probabilmente si può notare l'aumento. Tuttavia, disturbi del sonno, condizioni di salute sottostanti e stili di vita irregolari rendono inefficace il monitoraggio dell'ovulazione in questo modo.

Un aumento del desiderio sessuale poco prima dell'ovulazione è comune a molte donne. Questo è il modo in cui la natura rende le cose favorevoli alla gravidanza. Alcune donne avvertono anche un dolore al seno nel periodo dell'ovulazione. Ciò si verifica soprattutto a causa delle fluttuazioni ormonali. Lo spotting è raro ma non insolito. Molte donne avvertono anche il mittelschmerz, che in tedesco significa dolore al centro (poiché l'ovulazione avviene a metà del ciclo mestruale). Si tratta di un dolore acuto al basso ventre che si manifesta durante l'ovulazione. Può durare qualche minuto o qualche ora. 

Sebbene questi cambiamenti siano facilmente percepibili, non è impossibile non notarli a causa dello stress o di altre interruzioni nello stile di vita. Tuttavia, per ottenere una gravidanza è necessario individuare la data specifica dell'ovulazione. Per questo motivo, la maggior parte delle donne effettua un test di ovulazione più affidabile attraverso le strisce reattive per monitorare la propria finestra fertile. 

 

Test di ovulazione

I kit per il test di ovulazione contengono diverse strisce per il test di ovulazione. Funziona misurando il livello di ormone luteinizzante nelle urine. Questo perché si verifica un'impennata di LH 24-36 ore prima dell'ovulazione. La metà di ogni ciclo mestruale è di solito il momento dell'ovulazione. Ciò significa che l'ovulo verrà rilasciato molto probabilmente il 14° giorno, se la durata del ciclo è di 28 giorni. Pertanto, è necessario iniziare il controllo intorno all'11° giorno. 

Tuttavia, non tutte le donne hanno la stessa durata del ciclo. Alcune possono avere un ciclo di 21 giorni e altre di 35 giorni. Se si effettua un test di ovulazione per la gravidanza, è importante consultare un medico per conoscere la data approssimativa dell'ovulazione. In questo modo sarà possibile iniziare il test 3-5 giorni prima per ottenere un risultato positivo.

Per effettuare il test di ovulazione, è necessario urinare sulla striscia reattiva e lasciarla assorbire. Un risultato positivo del test di ovulazione mostrerà due linee. Una è quella di controllo, che indica il corretto funzionamento del test, mentre la seconda indica che si è prossimi all'ovulazione. Una linea scura rappresenta alti livelli di LH e una linea debole rappresenta bassi livelli di LH.

Un test di ovulazione positivo indica che l'ovulo verrà rilasciato nei prossimi 1-3 giorni. Si apre così la finestra fertile. I rapporti sessuali non protetti, in questo arco di tempo, aumentano le probabilità di gravidanza. 

 

Cose da ricordare durante l'esecuzione del test

Si consiglia di eseguire il test al mattino presto, preferibilmente con la prima urina della giornata. Infatti, con il passare del tempo, con l'aumento dell'assunzione di liquidi, l'LH si diluisce. Questo potrebbe dare un falso negativo e farvi perdere l'ondata di LH e quindi la finestra fertile per quel ciclo. Se lo si assume in qualsiasi altro momento della giornata, assicurarsi di smettere di bere o di urinare un paio d'ore prima del test per ottenere risultati efficaci. 
 

Conclusione

Il test di ovulazione è uno dei metodi più affidabili per effettuare un test di fertilità se si desidera monitorare il proprio periodo fertile. Dopo aver ottenuto un risultato positivo del test, si rimane fertili per circa 3 giorni. Supponiamo che ovuliate il 14° giorno, il 12°, 13° e 14° giorno sono quelli in cui sarete più fertili. 

Tuttavia, se iniziate ad avere rapporti sessuali a giorni alterni cinque giorni prima della data di ovulazione, è molto probabile che possiate rimanere incinta in quel ciclo stesso. Tuttavia, se non ci riuscite, non siate deluse. Continuate a provare. È un viaggio miracoloso; sicuramente ne trarrete il meglio.

More Related:

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked. *
Name
E-mail
Content
Verification code