Chat with us, powered by LiveChat Perdita di capelli post-partum: quando smetterà?

Perdita di capelli post-partum: quando smetterà?

By MomMed | 26 July 2022 | 0 Comments



Il post-partum è qualcosa di difficile da accettare e da affrontare. Una delle condizioni post-partum più difficili, ma temporanee, è la perdita di capelli post-partum. Quando si inizia ad abituarsi al proprio corpo post-partum, i crampi iniziano a diminuire, il sonno migliora un po' e si torna alla routine, qualcosa si instaura. Ecco la caduta dei capelli post-partum!

Sì, sicuramente si verificherà una perdita di capelli post-partum 4 o 5 mesi dopo il parto. I capelli iniziano a cadere più frequentemente e le spazzole e i lavandini sono intasati da capelli più che normali. Il processo e l'esperienza sono certamente scomodi e non sono affatto graditi. L'idea di perdere pezzi di capelli ogni giorno, di avere capelli sottili e fragili e di perdere volume può essere incredibilmente spaventosa. Tuttavia, è così che funziona la natura e deve essere accettata così com'è.

Tuttavia, la perdita di capelli post-partum non durerà per sempre. Sospiro di sollievo! Non è vero?

 

Quando termina la caduta dei capelli post-partum?

Ora che sapete che la perdita non è permanente, vi starete chiedendo quando potrete godere del vostro precedente volume di capelli. Vediamo di approfondire questo argomento.

La perdita di capelli post-partum non inizia immediatamente il giorno successivo alla nascita del bambino. Ci vogliono circa 4-5 mesi per iniziare a sviluppare i segni più evidenti. Pertanto, la perdita di capelli richiederà un po' di tempo per essere eliminata.  Tuttavia, non dovrebbe causare alcun danno al cuoio capelluto.

Molte donne riacquistano la crescita, il volume e la pienezza dei capelli dopo la perdita di capelli post-partum quando il bambino compie il suo primo anno di vita.

 

Fattori che esasperano la caduta dei capelli post-partum:

Come discusso in precedenza, è probabile che la perdita di capelli post-partum scompaia fino a un anno dopo il parto. Tuttavia, se così non fosse, potrebbero esserci altre condizioni mediche che contribuiscono alla perdita di capelli post-partum. Queste potrebbero essere:

Anemia da carenza di ferro
La carenza di ferro può essere una delle principali cause della normale perdita fisiologica dei capelli dopo il parto. Gli integratori di ferro e di altri minerali sono molto importanti durante la gravidanza. Questo perché è probabile che durante la gravidanza le riserve di ferro siano carenti. Uno studio condotto nel 2019 dimostra che sono quasi 38.000 le donne incinte affette da anemia.

Inoltre, anche la perdita di sangue durante il travaglio e il periodo post-partum può portare all'anemia da carenza di ferro. Anche l'allattamento al seno può essere una causa della diminuzione delle riserve di ferro, se non le si integra in modo adeguato.

L'anemia da carenza di ferro può manifestarsi come:
Sforzo
Pelle pallida
respiro corto
Stanchezza persistente

Tiroidite post-partum
Uno dei motivi principali per cui non si riesce a recuperare il normale volume dei capelli anche dopo un anno dal parto può essere la tiroidite post-partum. Si tratta di una condizione in cui si verifica un'infiammazione eccessiva della ghiandola tiroidea dopo il parto, che colpisce circa il 5-7% delle donne postpartum. Può presentarsi sotto forma di ipotiroidismo transitorio, ipertiroidismo transitorio o entrambi seguiti l'uno dall'altro.

Se si soffre di tiroidite post-partum si possono notare questi sintomi.
Perdita o aumento di peso eccessivo
sudorazione
Tremori
Stanchezza
Aumento/diminuzione della frequenza cardiaca

Un altro sintomo della tiroidite post-partum è la perdita eccessiva di capelli. Assicuratevi quindi di prestare attenzione anche a questo fattore, nel caso in cui la perdita di capelli post-partum non sia scomparsa o sia comparsa in forma grave, il che non è normale.

Stress emotivo
La fase della gravidanza seguita dal parto è una vera e propria sfida. Che sia la prima volta o meno, la gravidanza e il post-partum sono difficili da gestire e a cui abituarsi. Queste responsabilità schiaccianti possono causare stress e sovraccarico di lavoro, soprattutto nel primo anno dopo il parto. In caso di eccessivo stress emotivo si possono notare i seguenti sintomi:

Disturbi del sonno
stanchezza
Mal di testa persistente
Mancanza di energia
Tristezza e sbalzi d'umore

Anche lo stress può influire sull'equilibrio ormonale dell'organismo. Poiché i livelli ormonali sono la causa principale della perdita di capelli post-partum, qualsiasi fattore che ne provochi lo squilibrio può provocare una perdita di capelli duratura o esagerata.


Quando rivolgersi a un medico per la perdita di capelli post-partum?

Come discusso in precedenza, la perdita di capelli post-partum può variare in termini di frequenza e quantità. Tuttavia, ci sono sicuramente alcuni punti di controllo a cui è necessario prestare attenzione. Se la caduta dei capelli si verifica a partire dal 4° o 5° mese post-partum, è molto probabile che sia dovuta al calo dei livelli di estrogeni e al loro riequilibrio dopo la gravidanza.

Verso il primo compleanno del bambino, si assisterà a una riduzione della caduta e i capelli torneranno al loro volume e alla loro pienezza normali.
Tuttavia, se la perdita di capelli post-partum è stata una lotta continua per più di un anno dopo il parto, è necessario prestare attenzione. È necessario recarsi dal medico e discutere della perdita di capelli in dettaglio.

Molto probabilmente il medico raccoglierà la vostra anamnesi, seguita da alcuni esami del sangue e indagini per escludere qualsiasi altra causa che possa contribuire o provocare questa eccessiva perdita di capelli.


Il messaggio che ne consegue

Per tutte le neo-mamme e le madri che si trovano ad affrontare la perdita di capelli è estremamente stressante e impegnativo. La maggior parte di loro è depressa e cerca disperatamente di sapere quando si fermerà. Tuttavia, dovrebbero essere sicure che non si tratta di qualcosa di preoccupante, purché sia sotto controllo e si fermi fino al primo compleanno del bambino.

Tuttavia, è bene tenere d'occhio altri sintomi come la tiroidite e l'anemia post-partum da carenza di ferro. Nel caso in cui la perdita di capelli non si sia arrestata fino al momento previsto, si consiglia di consultare il medico per escludere qualsiasi altra causa.


 

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked. *
Name
E-mail
Content
Verification code