Chat with us, powered by LiveChat Diagnosi della PCOS | Tutto quello che c'è da sapere

Diagnosi della PCOS | Tutto quello che c'è da sapere

By MomMed | 04 August 2022 | 0 Comments



La sindrome dell'ovaio policistico è un problema endocrinologico complesso. Per quanto riguarda la diagnosi, non esiste un singolo test per dedurre la conferma della PCOS in una paziente. Poiché si tratta di una combinazione di diversi problemi, tra cui quelli ormonali, psicologici, ginecologici e di fertilità, la diagnosi implica anche un'indagine su tutti gli aspetti di questa malattia.
 

Come si effettua il test per la PCOS?

Non esistono criteri diagnostici univoci per la PCOS, tuttavia, se ci si rivolge al proprio medico (medico di famiglia o ginecologo) e si sospetta una PCOS, è molto probabile che prima di ricevere una diagnosi di PCOS vengano eseguiti i seguenti esami:
 

Anamnesi familiare

Vi verrà chiesto se avete una storia familiare di PCOS, cioè se qualcuno dei vostri parenti consanguinei, come vostra madre, vostra nonna, le vostre sorelle o le vostre zie, soffre già di PCOS o ha sintomi simili.

Questo perché la PCOS è considerata in una certa misura una malattia geneticamente ereditaria, cioè è nota per il suo carattere familiare. Pertanto, è importante ottenere una corretta anamnesi familiare durante la diagnosi di PCOS.

 

Anamnesi medica

Vi verranno chieste informazioni sui problemi di salute che state affrontando. Questo include i sintomi che vi preoccupano, da quanto tempo li notate e la loro gravità nel tempo, ecc.

Qualsiasi recente variazione di peso (aumento o perdita significativa non intenzionale),

quantità di peli sul corpo e tasso di crescita

Irregolarità mestruali (assenza di mestruazioni, flusso molto scarso o abbondante).

Mestruazioni dolorose

Difficoltà a rimanere incinta

Gonfiore

Improvvisi cambiamenti d'umore

La presenza di 3 o più di questi sintomi indica che molto probabilmente si è affetti da PCOS. Tuttavia, sono necessarie ulteriori indagini per escludere qualsiasi altra possibile causa di questi sintomi.

 

Esame fisico generale

Il medico effettuerà molto probabilmente un esame fisico generale per verificare le condizioni generali del corpo. Potrebbero essere misurati il peso e l'altezza per calcolare l'IMC.

Verranno inoltre ricercati i segni di un'eccessiva crescita di peli indesiderati (irsutismo), acne ormonale, scolorimento della pelle e altri possibili sintomi fisici della PCOS.


Ultrasonografia

Questa procedura prevede l'utilizzo di radiazioni a ultrasuoni per accedere all'interno del corpo e alle dimensioni e condizioni degli organi interni. Per la diagnosi della PCOS vengono solitamente eseguiti due tipi di procedure ecografiche:
 

Ecografia addominale

La sonda viene posizionata sul basso ventre, dove sono presenti le ovaie e l'utero, dopo aver applicato una gelatina che riduce l'attrito. In questo modo si ottiene un'immagine interna delle ovaie e dell'utero (organi riproduttivi femminili). Nelle pazienti con PCOS sono presenti diverse cisti (20 o più) piene di liquido sulle ovaie. Questo è il criterio diagnostico per la conferma della PCOS.

Le sacche o cisti piene di liquido sono uova immature (insieme al loro liquido follicolare) che non sono state rilasciate dalle ovaie. Questo è il risultato dei cicli mensili anovulatori (senza rilascio di ovuli) nella PCOS. Questi cicli anovulatori sono i responsabili della difficoltà di concepire quando si soffre di PCOS.


Ultrasonografia transvaginale

Anche se non sempre, durante lo screening della PCOS può essere eseguita un'ecografia transvaginale. Si tratta di una procedura invasiva che prevede l'inserimento di un dispositivo a forma di penna nella vagina per ottenere un'immagine chiara degli organi interni.
Tuttavia, di solito non viene eseguita nelle ragazze di età inferiore ai 20 anni e in quelle che non sono sessualmente attive.

Esami del sangue
Gli esami del sangue vengono eseguiti per determinare il livello di ormoni nel corpo. Questi esami comprendono principalmente i seguenti ormoni femminili:

Estradiolo (livelli di estrogeni)
Mantiene e regola lo sviluppo riproduttivo femminile durante la pubertà e le sue funzioni.

FSH (ormone follicolo-stimolante)
Provoca la maturazione dei follicoli contenenti l'ovulo

LH (ormone luteinizzante)
L'aumento di questo ormone, in genere il 14° giorno del ciclo mestruale, provoca il rilascio dell'ovulo dall'ovaio, un processo chiamato ovulazione.

Ormone anti-mulleriano
Noto anche come ormone della menopausa, limita lo sviluppo e il reclutamento follicolare e ne causa l'arresto.

Test per accedere alle funzioni surrenali e ai livelli di ormoni maschili nell'organismo:
Androstenedione, l'ormone maschile che è significativamente aumentato nella PCOS.
Globulina legante gli ormoni sessuali (SHBG)
Diidroependisterone (DHEA), un ormone rilasciato dal pancreas.

Per lo screening del diabete e della resistenza all'insulina, altri esami del sangue includono:
Livelli di glucosio nel sangue a digiuno e a campione
HBA1C
Livelli di insulina

Una volta effettuata la diagnosi, è probabile che il medico raccomandi di controllare regolarmente i livelli di glucosio nel sangue e la pressione arteriosa, poiché la PCOS aumenta il rischio di diabete di tipo 2 e di malattie cardiovascolari.

Inoltre, per escludere qualsiasi altra condizione che provochi sintomi simili, il medico può anche consigliare di misurare i seguenti valori:
Prolattina
Ormone stimolante la tiroide (TSH)

Poiché anche l'ipotiroidismo può simulare alcuni dei sintomi della PCOS.


Riassunto

La PCOS è una malattia molto diffusa al giorno d'oggi. Tutte le donne soffrono di questa condizione. Abbiamo concluso tutto quello che c'è da sapere sulla diagnosi e sullo screening della PCOS. Se siete voi a sospettare la PCOS, vi consigliamo vivamente di farvi controllare da un medico per ottenere una diagnosi e una gestione veritiera della vostra condizione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked. *
Name
E-mail
Content
Verification code