Chat with us, powered by LiveChat Si può prendere l'Ibuprofene durante l'allattamento?

Si può prendere l'Ibuprofene durante l'allattamento?

By MomMed | 01 September 2022 | 0 Comments



Avere un nuovo bambino può essere faticoso e può capitare di avere dolori che non ci si aspettava. Alcuni antidolorifici sono stati sconsigliati durante la gravidanza, ma si può prendere l'ibuprofene durante l'allattamento?
 
La buona notizia è che l'assunzione di antidolorifici durante l'allattamento è generalmente considerata sicura. Poiché tutti i farmaci assunti da una madre che allatta al seno passano in qualche modo nel suo latte, ecco un elenco di cose da considerare prima di assumere un farmaco antidolorifico da banco.
 

L'ibuprofene è diverso dagli altri antidolorifici?

Un fattore unico dell'ibuprofene è che si scompone più rapidamente di altri farmaci antidolorifici. Ciò significa che il corpo lo elabora in modo più efficiente e non ha la possibilità di accumularsi nel sistema come potrebbero fare altri farmaci da banco. Un minor accumulo nel sistema significa un minor accumulo nel latte materno, il che rende l'ibuprofene una buona scelta per le madri che allattano al seno e che sono preoccupate di esporre i loro bambini agli antidolorifici.
 

Quali sono i potenziali effetti collaterali dell'ibuprofene per i bambini allattati al seno?

Negli studi condotti su madri che allattano al seno, l'ibuprofene somministrato in dosi normali non ha mai causato effetti collaterali a nessuno dei bambini studiati, in quanto sono state rilevate solo tracce nel latte materno.
 
È importante notare che, sebbene l'ibuprofene sia sicuro per l'allattamento, sono stati registrati effetti collaterali dell'assunzione di ibuprofene e di altri farmaci antidolorifici da banco durante la gravidanza. Prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza, si consiglia di parlarne con il proprio medico curante.  
 

È opportuno assumere una quantità di ibuprofene inferiore a quella normalmente prevista per i sintomi?

Poiché è stato dimostrato che l'ibuprofene è sicuro durante l'allattamento se assunto in dosi adeguate, non è necessario assumerne meno di quanto se ne assumerebbe normalmente, purché ci si attenga alle dosi consigliate. Si può sempre provare a prendere una dose inferiore a quella piena e a monitorare il miglioramento dei sintomi, se si desidera limitare la quantità da assumere per sentirsi meglio.
 

Se anche il bambino prende l'ibuprofene, ne prenderà troppo?

Se il vostro bambino sta assumendo ibuprofene per la dentizione o per altri motivi, non dovete preoccuparvi che ne assuma troppo se anche voi assumete una dose normale per i vostri sintomi. Le tracce di ibuprofene presenti nel latte materno non sono in genere sufficienti a fare la differenza per il bambino.
 

Si può prendere il Tylenol durante l'allattamento? È più sicuro dell'ibuprofene?

Ci si potrebbe chiedere se anche il Tylenol (acetaminofene) sia un'opzione sicura da assumere durante l'allattamento. Secondo la classificazione di sicurezza dell'acetaminofene, la sua assunzione è sicura per la maggior parte dei genitori che allattano e non provoca effetti collaterali nei bambini allattati al seno. Sia l'ibuprofene che l'acetaminofene sono classificati come farmaci L1, che è la classificazione più sicura data ai farmaci quando si tratta di compatibilità con l'allattamento.
 
Alcuni genitori possono avere una preferenza personale tra questi due farmaci da banco o sensibilità all'uno o all'altro. Tenete sempre conto della vostra storia e delle vostre reazioni a qualsiasi farmaco prima di usarlo durante l'allattamento.
 

Consigli per l'assunzione di antidolorifici durante l'allattamento:

1)Assumere la dose più bassa necessaria per affrontare i sintomi.
2)Si consiglia di associare i farmaci ad altre pratiche antidolorifiche, come il calore o il ghiaccio, quando è opportuno.
3)Evitate di associare gli antidolorifici all'alcol o ad altre sostanze.
4) Rimanete idratati!
5)Utilizzare le versioni a dosaggio normale dei farmaci utilizzati, evitando le opzioni a dosaggio extra o a rilascio prolungato.
6)Evitate i farmaci a base di erbe sconosciuti o ad alto dosaggio.
7)Si consiglia di allattare il bambino non appena si assume l'antidolorifico, prima che abbia la possibilità di metabolizzarlo.  
8)Assumere farmaci antidolorifici già utilizzati in precedenza per evitare reazioni allergiche o effetti collaterali spiacevoli.



 

Dovete chiedere al vostro medico curante prima di assumere un farmaco antidolorifico da banco?

Se voi o il vostro bambino avete problemi di salute o un'anamnesi di reazioni agli antidolorifici, assicuratevi di discutere a fondo con il vostro medico curante prima di provare qualsiasi nuovo farmaco, da banco o meno.
 
Se il vostro bambino è a termine e in buona salute, il medico di solito vi autorizzerà ad assumere farmaci antidolorifici da banco come l'ibuprofene e l'acetaminofene in dosi adeguate, a seconda delle necessità. Tuttavia, come per tutte le cose che possono influenzare il vostro percorso di allattamento, non fa mai male chiedere se avete dubbi o domande.

 

Conclusioni:

L'assunzione di antidolorifici durante l'allattamento è generalmente considerata sicura se si utilizzano i dosaggi corretti dei farmaci da banco. Sono stati registrati pochi o nessun effetto collaterale dell'ibuprofene per i bambini allattati al seno. L'acetaminofene è un altro farmaco antidolorifico generalmente considerato sicuro durante l'allattamento.
 
Tenete presente che se un farmaco antidolorifico vi ha causato effetti collaterali negativi in passato, dovrebbe continuare a essere evitato durante l'allattamento. Le precauzioni per la sicurezza includono l'osservanza delle dosi raccomandate, l'assunzione dei soli farmaci necessari per affrontare i sintomi e l'utilizzo di opzioni a dosaggio regolare.
 
Le raccomandazioni per gli antidolorifici durante la gravidanza non sono le stesse di quelle per l'allattamento al seno, e qualsiasi farmaco usato durante la gravidanza deve essere discusso a fondo con il proprio medico curante. Come sempre, seguite i consigli del vostro medico curante ed evitate farmaci sconosciuti o poco noti!

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked. *
Name
E-mail
Content
Verification code