Chat with us, powered by LiveChat Tutto quello che c'è da sapere sulla mestruazione tardiva e sui 17 giorni dopo l'ovulazione

Tutto quello che c'è da sapere sulla mestruazione tardiva e sui 17 giorni dopo l'ovulazione

By MomMed | 06 October 2022 | 1 Comments



È possibile che il test di gravidanza risulti positivo anche prima delle mestruazioni. Tuttavia, i sintomi possono essere avvertiti anche prima. La mancata mestruazione, che di solito si verifica tra la 15a e la 17a DPO, è il primo segno di gravidanza.

I sintomi di gravidanza che compaiono alla 17a DPO includono un ritardo mestruale, crampi, sanguinamento da impianto, crampi, sbalzi d'umore e dolore al seno e ai capezzoli. Si consiglia di tenere sotto controllo l'ovulazione; in questo modo si avranno maggiori possibilità di ottenere una gravidanza naturale. 

 

Cosa prevedere a 17 giorni dall'ovulazione?

A 17 giorni dall'ovulazione, dovrete affrontare alcuni sintomi dovuti ai cambiamenti nei livelli degli ormoni. Non importa se siete incinte, i livelli di progesterone aumenteranno. Il livello aumenta sia che il corpo si prepari a un bambino sia che abbia le mestruazioni. Questi cambiamenti ormonali possono rendervi stanche in questo periodo, quindi è essenziale riposare a sufficienza. 
 

Si può fare un test di gravidanza a 17 DPO?

Una delle preoccupazioni di molte donne è se sia ancora possibile ottenere un risultato positivo del test di gravidanza dopo la 17 DPO. La risposta è sì. Anche se è ancora presto, è fondamentale seguire attentamente tutte le indicazioni per ridurre la probabilità di un falso negativo.

Non appena sono trascorsi 17 giorni dall'ovulazione, è possibile eseguire il test. Anche se il test risulta negativo, si può essere ancora incinta. Questo perché i livelli di ormone hCG a 17 DPO potrebbero non essere aumentati abbastanza da essere rilevati dal test.

La quantità di ormone hCG nel sangue si misura in mIU/ml, cioè in milli-unità internazionali. Se l'urina contiene 20mIU/ml o più, il test di gravidanza domiciliare di solito dà un risultato positivo. Il livello di hCG può variare da 17 a 429 mIU/ml intorno al 17° giorno post-ovulazione. Pertanto, anche un risultato negativo non è preoccupante e si può riprovare tra qualche giorno.

I livelli di hCG:

• Un risultato negativo viene indicato se il livello di hCG è inferiore a cinque MIU/ml. Di conseguenza, non si è in stato di gravidanza.
• Il risultato è ambiguo se il livello di hCG è compreso tra cinque e venticinque mIU/ml. È quindi preferibile ripetere il test tra qualche giorno.
• Se il livello di hCG è superiore a 25 mIU/ml, il risultato è positivo. 
 

Sintomi e segni a 17 DPO

I primi sintomi di gravidanza possono manifestarsi e i più tipici sono i seguenti:

1. Mal di testa
Nelle prime fasi della gravidanza sono tipici i mal di testa. La disidratazione e le fluttuazioni della pressione sanguigna sono legate al mal di testa. A causa delle variazioni dei livelli ormonali, si verificano diversi cambiamenti nel corpo. Alcune persone possono avere mal di testa pulsante e pulsante.

2. Sanguinamento
Può capitare di avere un po' di sanguinamento in prossimità della data delle mestruazioni. Si tratta di un fenomeno normale, dovuto all'impianto dell'ovulo nella parete uterina. Evitare di bere alcolici, fumare o fare uso di sostanze illegali se si sospetta di avere un'emorragia da impianto, poiché queste abitudini sono state collegate a forti emorragie.

Evitare l'uso di assorbenti interni se si ritiene di avere un'emorragia da impianto oltre alle normali mestruazioni. L'uso di un tampone può aumentare il rischio di infezione.

3. Sbalzi d'umore
Lo stress e gli sbalzi d'umore sono due fattori che potrebbero aumentare all'inizio della gravidanza. In effetti, molte donne riferiscono di avere scoppi emotivi o crisi di pianto. La causa più probabile di questi sbalzi d'umore è dovuta ai cambiamenti dei livelli ormonali. 

4. Crampi
A 17 DPO, potreste iniziare ad avvertire dei crampi dovuti a un ritardo nell'impianto o al fatto che l'utero si sta adattando all'inizio della gravidanza. Il dolore si avverte in genere nella parte bassa dell'addome o nella schiena.

5. Sensibilità agli odori
Molte donne notano un cambiamento nel loro senso dell'olfatto durante il primo trimestre di gravidanza. È possibile che alcuni odori diventino più o meno invitanti nel corso dei primi tre mesi. I cambiamenti ormonali, in particolare gli estrogeni e l'hCG, sono alla base di questo cambiamento.

6. Capezzoli sensibili
Nelle prime fasi della gravidanza, potreste sentire i capezzoli doloranti. È un'indicazione del fatto che il corpo si sta preparando all'allattamento. Inoltre, la zona intorno ai capezzoli diventa marrone scuro.

L'acquisto di un reggiseno premaman confortevole e di sostegno vi aiuterà a ridurre il dolore al seno. Inoltre, potreste scegliere un reggiseno con diverse chiusure; in questo modo avrete spazio per crescere nei prossimi mesi.

7. Stanchezza
Durante la gravidanza, la stanchezza può comparire in qualsiasi momento. Questo sintomo si avverte spesso nelle prime fasi della gravidanza, poiché i livelli di progesterone aumentano e causano sonnolenza. È fondamentale dormire adeguatamente, se possibile, perché le prime settimane di gravidanza potrebbero farvi sentire esauste. Dato che la temperatura corporea può essere maggiore durante le prime fasi della gravidanza, potete tenere la camera da letto fresca, perché potrebbe essere utile.




8. Gonfiore
L'inizio della gravidanza può causare gonfiore, paragonabile ai sintomi del periodo mestruale. Le fluttuazioni ormonali rallentano l'apparato digerente e di conseguenza si possono verificare blocchi e costipazione. Inoltre, la stitichezza può far sentire più gonfie all'interno.

Una persona può avvertire alcuni di questi sintomi di gravidanza alla 17DPO. Ma tenete presente che ognuno vive i sintomi in modo diverso in termini di frequenza e intensità. Nella maggior parte dei casi, i sintomi compaiono intorno alla quarta settimana. 

Tra la 9a e l'11a settimana si manifestano alcuni segni e sintomi evidenti, come l'aumento di peso, l'acne, ecc. Anche se alcuni di questi sintomi scompaiono una volta entrati nel secondo trimestre, altri durano fino al parto. D'altra parte, alcune donne non avvertono alcun sintomo nelle prime fasi della gravidanza e sono completamente ignare di essere in attesa. 

 

Conclusione

Se il test di gravidanza è positivo, è il momento di fissare una visita dal medico per iniziare il trattamento prenatale. Inoltre, se il test risulta negativo, non preoccupatevi: è ancora presto. Continuate a fare i test nei prossimi giorni. Fino all'inizio delle mestruazioni, queste non finiscono.

Recently Reviews

Read More

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked. *
Name
E-mail
Content
Verification code