Chat with us, powered by LiveChat COME CURARE LA MASTITE?

COME CURARE LA MASTITE?

By MomMed | 13 October 2022 | 0 Comments


 

QUAL È IL TRATTAMENTO DELLA MASTITE?

Di seguito sono riportati alcuni consigli per modificare le tecniche di allattamento:

Le opzioni terapeutiche per la mastite comprendono:
- Antibiotici. In caso di infezione, gli antibiotici vengono spesso prescritti per un trattamento di 10 giorni. Per ridurre il rischio di recidiva, è fondamentale assumere tutti i farmaci prescritti.
- Antidolorifici. Il medico può suggerire la prescrizione di un antidolorifico come l'acetaminofene o l'ibuprofene.

 

CONSIGLI PER TRATTARE LA MASTITE A CASA:

- Prima di allattare, evitate che il latte si riempia troppo a lungo.
- Fate uno sforzo per assicurarvi che il bambino si agganci correttamente; questo può essere difficile se il vostro seno è ingorgato. Prima di allattare, potrebbe essere utile esprimere manualmente una piccola quantità di latte.
- Massaggiare il seno dalla regione affetta verso il capezzolo durante l'allattamento o il pompaggio. Massaggiate delicatamente l'area ai margini della regione afflitta e spostatevi verso l'interno, in direzione del capezzolo.
- Assicurarsi che il seno si scarichi durante l'allattamento. Applicare un calore caldo e umido al seno prima di allattare o tirare il latte se si hanno problemi a svuotarne una parte.
- Nutrire il bambino prima sul punto della lesione, quando ha fame e succhia con più forza.
- Alternare le posizioni di allattamento.
- Ogni poche ore, applicare impacchi caldi e umidi sul seno colpito o fare una doccia calda.
- Per mantenere il flusso di latte attraverso i dotti lattiferi, allattate una volta ogni due ore.
- Se potete, riposate e bevete molta acqua.
- Usare FANS da banco per trattare l'infiammazione (FANS).
- Indossate un reggiseno che vi sostenga ma non schiacci il seno.
- Potete allattare dal lato non interessato e aggiungere del latte artificiale se necessario.
- Poiché i microrganismi che hanno causato la malattia provengono molto probabilmente dalla bocca del bambino, l'infezione non colpirà il neonato.
- In presenza di un ascesso, l'allattamento al seno non dovrebbe essere effettuato sul seno infetto.
- Gli impacchi di ghiaccio somministrati dopo la poppata possono offrire un po' di conforto e tregua se il calore non ha successo.
- L'uso di impacchi di ghiaccio deve essere evitato prima dell'allattamento perché potrebbe ridurre il flusso di latte.
- È necessario consumare almeno 10 bicchieri d'acqua al giorno. Durante l'allattamento, aumentare l'apporto calorico giornaliero di 500 unità e consumare pasti ben bilanciati. La disidratazione e un'alimentazione inadeguata possono ridurre la produzione di latte e peggiorare i sintomi.

 

FARMACI PER LA MASTITE:

La mastite semplice senza ascesso viene trattata con antibiotici per via orale. 
Potrebbe essere difficile trattare la mastite cronica nelle donne che non allattano. 
Se l'infezione progredisce nonostante l'assunzione di antibiotici per via orale o se l'ascesso è grave e deve essere trattato chirurgicamente, potrebbe essere necessario portarvi in ospedale per una flebo di antibiotici.

 

ANTIBIOTICI ORALI PER LA MASTITE:

- 875 mg di Augmentin (amoxicillina/clavulanato) due volte al giorno
- 500 mg di cefalessina (Keflex) quattro volte al giorno
- 500 mg di ciprofloxacina (Cipro) due volte al giorno
- 300 mg di clindamicina (Cleocin) quattro volte al giorno
- 500 mg di dicloxacillina (Dynapen; non più disponibile negli Stati Uniti) quattro volte al giorno
- Trimetoprim/sulfametossazolo, 160/800 mg due volte al giorno (Bactrim, Septra)

 

RIMOZIONE CHIRURGICA DELL'ASCESSO:

Se è presente un ascesso, è necessario drenarlo. Il medico può utilizzare una piccola incisione o un'aspirazione con ago e siringa per svuotare un ascesso vicino alla superficie della pelle dopo aver somministrato un anestetico topico.

Tuttavia, può essere necessario un drenaggio chirurgico se l'ascesso si trova in profondità nel seno. Questo trattamento viene in genere eseguito in anestesia generale per ridurre il disagio e drenare a fondo l'ascesso. Gli ascessi possono anche essere trattati con calore e antibiotici.

 

PERCHÉ SI VERIFICA LA MASTITE?

Il vostro seno sarà esaminato da un medico professionista. In genere non sono necessari esami di laboratorio. Ma potrebbero essere necessari altri esami:
- Coltura del latte materno. se l'infezione è grave, si è sviluppata in ospedale o non ha risposto a una precedente terapia antibiotica. Questo esame può essere utilizzato per orientare la scelta degli antibiotici.
- Ecografia. Potrebbe essere necessario questo esame di diagnostica per immagini se la mastite è legata all'allattamento al seno e non migliora con i farmaci entro 48-72 ore.
- Colture del sangue. Se l'arrossamento del seno si intensifica o i segni vitali iniziano a fluttuare, verranno eseguite queste procedure.
 


 

COME CURARE LA MASTITE?

- Il trattamento della mastite prevede lo svuotamento del seno, la somministrazione di calore, molto riposo e liquidi e l'uso di antidolorifici. È possibile consigliare l'uso di antibiotici.
- È fondamentale allattare spesso o tirare il latte per mantenere "vuoto" il seno affetto.
- Il bambino potrebbe trovare troppo scomodo allattare sul seno malato. Spostate il bambino sull'altro seno, lasciate scorrere il latte dal seno dolorante in un panno e poi aprite entrambi i lati del reggiseno. Inoltre, si può usare un tiralatte per estrarre il latte dal seno malato. Se il bambino lo accetta, gli si può dare il latte materno espresso.
- Applicare un massaggio delicato. Partendo dalla zona dolorosa, massaggiate circolarmente il capezzolo con la punta delle dita.
- Utilizzate un panno caldo e umido per riscaldare la zona.
- Indossare un reggiseno che calzi bene e non sia troppo stretto. Un reggiseno stretto può talvolta ostruire i dotti lattiferi e causare problemi.
- Chiedete assistenza ad altri per poter riposare e dormire di più. Le infezioni al seno indicano che vi state sforzando troppo e siete esauste.
- Considerate la possibilità di consultare un consulente per l'allattamento se sospettate che un problema di allattamento possa aver aggravato la vostra mastite.
- È fondamentale riposare a sufficienza e mantenersi idratate consumando molti liquidi chiari.
- In caso di febbre o leggero malessere, si può assumere ibuprofene o acetaminofene.
- Applicate calore umido o secco sulla regione interessata e immergete il capezzolo in semplice acqua calda per eliminare le secrezioni di latte secco.
- Versare acqua calda in una bacinella, chinarsi e immergere il seno. Quando la regione è riscaldata, massaggiatela delicatamente e verificate se il bambino si allatta.
- Mentre il bambino si nutre, massaggiate delicatamente le parti dure e grumose del seno.
- Prima di spremere a mano dietro il capezzolo, massaggiate delicatamente l'area sopra il dotto ostruito.
- Cercate di allattare regolarmente il bambino sul lato interessato, cambiando posizione in modo che il mento e il naso siano alternativamente orientati verso il dotto ostruito. Provate altre posizioni, come inginocchiarvi a quattro zampe e tenere il seno del bambino sopra di lui mentre è appoggiato a terra.
- Se possibile, togliete il reggiseno per qualche giorno o allentate gli indumenti stretti.
- Tenere uno spazzolino elettrico contro il dotto ostruito e usare le vibrazioni per pulirlo è una tecnica più innovativa che funziona per alcune donne.
- Dopo le poppate, assicuratevi che il vostro seno sia morbido e piacevole per evitare un ulteriore ingorgo, che può causare l'ostruzione dei dotti.
- Esaminate l'attacco (latch) e la posizione per assicurarvi che il vostro seno dreni nel modo più efficiente possibile ed evitare che il problema si ripresenti.
- L'applicazione di foglie di cavolo è spesso consigliata come terapia per la mastite, ma non come trattamento per i dotti ostruiti.
- Se la modifica della posizione e dell'attacco (latch) non risolve i dotti ostruiti ricorrenti, considerate la possibilità di ridurre i grassi saturi nella vostra dieta e di assumere un cucchiaio di lecitina al giorno.
- Inoltre, si può consumare meno sodio (sale), poiché il sodio può causare ritenzione di liquidi, che rende le donne inclini alle infezioni, compresa la mastite).

 

CONCLUSIONE:

Quando il "programma" del vostro bambino diventa imprevedibile a causa di una malattia o di altre circostanze della vita, potrebbe smettere di svuotare i vostri seni con la stessa frequenza, con conseguente ostruzione dei dotti. Potreste avere un seno anormalmente grande se il vostro bambino ha iniziato a dormire per tutta la notte per periodi prolungati o si nutre meno a causa della dentizione. In questo caso, potete aiutarlo facendo in modo che mangi o che si esprima poco per evitare ulteriori problemi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked. *
Name
E-mail
Content
Verification code