Chat with us, powered by LiveChat COME PREVENIRE LA MASTITE?

COME PREVENIRE LA MASTITE?

By MomMed | 26 October 2022 | 0 Comments


 

COME EVITARE LA MASTITE DURANTE L'ALLATTAMENTO?

Ecco i seguenti consigli per evitare la mastite:
- Dopo ogni allattamento, lasciate che i capezzoli si asciughino all'aria per evitare fastidi e screpolature.
- Potreste usare Lansinoh o un'altra lozione con lanolina sui capezzoli.
- Consumate cibi nutrienti e assumete molti liquidi se avete sete. Durante l'allattamento si possono ottenere liquidi adeguati bevendo qualcosa.
- Dormite molto. Quando è possibile, chiedete ad amici e familiari di aiutarvi a svolgere i compiti quotidiani.
- Assicuratevi che il reggiseno sia comodo da indossare e non sia troppo stretto o costrittivo. In caso di ingorgo, questo aspetto diventa ancora più importante. Indossate abiti larghi e comodi per ridurre la pressione. È fondamentale avere un reggiseno che calzi correttamente.

 

COME EVITARE LA MASTITE DURANTE LO SVEZZAMENTO?

- Smettete di allattare il bambino gradualmente quando siete pronte per lo svezzamento. Entrambi dovreste svezzare gradualmente. In questo modo il bambino ha il tempo di abituarsi alle nuove abitudini alimentari ed evita che il suo seno trabocchi di latte.
 

COME PREVENIRE LA MASTITE?

Fortunatamente, ci sono misure facili da seguire per evitare di sviluppare la mastite.
- Nutritevi frequentemente: Un neonato mangia da otto a dodici volte nelle 24 ore. Non ritardate o saltate le poppate.
- Posizione e attaccamento: Se il bambino è posizionato correttamente e attaccato, la possibilità di sviluppare un dotto lattifero intasato è ridotta. Potete ricevere le informazioni necessarie da una consulente per l'allattamento o da un'infermiera specializzata in salute materno-infantile.
- Mantenere una corretta igiene: Lavarsi le mani dopo aver cambiato il pannolino al bambino e aver toccato il seno.
- Alleviare i seni troppo gonfi: Svegliare il bambino per la poppata se si ha la sensazione di avere il seno gonfio.
- Alternare i seni: Iniziate ogni poppata con il seno alternativo per assicurarvi che ogni seno venga svuotato dopo ogni seconda poppata. È necessario tenere traccia di quale seno si inizia, soprattutto se si è a corto di sonno.
- Riposatevi un po': Con un nuovo bambino non è sempre semplice, ma è fondamentale concedere al proprio corpo un po' di riposo. Mentre il neonato dorme, cercate di riposare e chiedete ad amici e parenti di aiutarvi in casa.

 

PREVENIRE LA MASTITE CON I CONSIGLI DI UNA CONSULENTE PER L'ALLATTAMENTO:

Utilizzando i seguenti consigli di una consulente per l'allattamento, potete ridurre il rischio di sviluppare una mastite:
- Durante l'allattamento, drenate completamente il latte dal seno.
- Quando allattate il vostro bambino, aspettate che un seno sia vuoto prima di passare all'altro.
- Da una poppata all'altra, cambiate la posizione di allattamento.
- Assicuratevi che il bambino si agganci correttamente durante la poppata.
- Dopo l'allattamento, soffiate i capezzoli.
- Smettete di indossare reggiseni troppo aderenti o imbottiture per l'allattamento che mantengono i capezzoli umidi.
- Quando allattate il bambino, iniziate con un seno e lasciatelo svuotare prima di passare all'altro.
- Alternate le posizioni di allattamento per svuotare il seno in tutte le direzioni.
- Se dovete interrompere la poppata, usate il dito per allentare la presa del bambino sul capezzolo.

A volte la mastite può essere inevitabile. Soprattutto per chi allatta esclusivamente per la prima volta, alcune madri sono più vulnerabili di altre. In generale, i seguenti comportamenti possono aiutare a evitare la mastite:
- offrire a entrambi i seni quantità uguali di latte
- svuotare i seni per evitare l'ingorgo e l'ostruzione dei dotti.
- Per evitare capezzoli fastidiosamente screpolati, utilizzare pratiche di allattamento efficaci.
- Lasciare asciugare naturalmente i capezzoli dolorosi o screpolati.
- Evitare che l'umidità si accumuli nei reggiseni o nelle imbottiture per il seno.
- Mantenere una buona igiene lavandosi le mani, pulendo i capezzoli e tenendo pulito il bambino.

 

COME PREVENIRE LA MASTITE DOPO LA GUARIGIONE?

- Dopo la guarigione, il controllo dei dotti ostruiti è fondamentale, poiché mastite e dotti ostruiti ritornano spesso.
- Quando si percepisce un dotto ostruito, si può intervenire per evitare la mastite.
- Si consiglia di allattare frequentemente, soprattutto quando il seno è pieno.
- Scoprire il prima possibile se il bambino si attacca correttamente.
- Aspettare che il bambino si rilassi e si liberi prima di separarli durante la poppata.
- Cambiate le posizioni di allattamento.
- Quando è il momento dello svezzamento, riducete le poppate gradualmente e non bruscamente.
- Ogni giorno, sotto la doccia, osservate se si formano grumi dietro i capezzoli.
- Fate continuamente una doccia calda sul seno colpito.
- Prima delle poppate, applicare calore e massaggiare il dotto.
- Se massaggiare la pelle fa male, premere delicatamente sul seno.
- Per ridurre l'ingorgo fino alla guarigione della mastite, tirare il latte dopo la poppata.
- Applicare il calore e cercare di raschiare delicatamente il poro del capezzolo se una vescica emerge come un piccolo punto bianco sul capezzolo.
- Gli integratori di lecitina devono essere discussi con un medico perché possono aiutare a evitare le recidive.
- Il latte può fuoriuscire quando il dotto si apre, ma il sollievo è immediato. Il latte può uscire più denso, simile a un pezzo di formaggio, se il dotto è ostruito da tempo.
- In presenza di un dotto ostruito, non è una buona idea interrompere l'allattamento perché ciò potrebbe causare ingorghi e mastiti.
- Il riposo è fondamentale perché migliora le prestazioni immunologiche, aiutando l'organismo a combattere le infezioni prima che diventino gravi.
- Per evitare problemi, è fondamentale discutere di eventuali difficoltà di allattamento con un medico il prima possibile.



 

RIPETIZIONE DI DOTTI OSTRUITI O MASTITE:

Fare attenzione ai lunghi periodi di interruzione tra un allattamento e l'altro per evitare future ostruzioni dei dotti o infezioni al seno. Per facilitare lo svuotamento di tutti i dotti che circondano il seno durante l'allattamento, è opportuno spostare di tanto in tanto la postura del bambino, mantenendone il corretto posizionamento.

Mantenere la salute generale con una dieta sana e dormire a sufficienza può evitare che il seno sia doloroso.

Quando i batteri sono resistenti o meno sensibili all'antibiotico che vi è stato prescritto, quando gli antibiotici vengono sospesi prima del tempo, quando viene prescritto l'antibiotico sbagliato, queste situazioni causano il ripetersi della mastite con maggiore frequenza.

 Se la mastite si ripresenta, chiedete al medico di eseguire un esame colturale e di sensibilità sul latte per identificare l'organismo responsabile e il farmaco appropriato per eliminarlo.
La probabilità di un ascesso aumenta con l'uso ripetuto di farmaci inadeguati e con il fatto che molti organismi sono resistenti agli antibiotici standard. La prevalenza di mastiti causate da Staph aureus resistente alla meticillina (MRSA) è in aumento.

Le madri che si sottopongono a taglio cesareo, ricevono antibiotici durante il periodo post-partum, hanno diverse gravidanze o hanno sperimentato la fecondazione in vitro hanno maggiori probabilità di sviluppare MRSA acquisito in ospedale, una condizione contagiosa e impegnativa.

 

CONCLUSIONE: RIDURRE IL PERICOLO DI MASTITE:

Fortunatamente, una volta identificata, la mastite viene trattata in modo rapido e semplice. Certo, la prevenzione è sempre preferibile al trattamento.
- Se possibile, allattate solo al seno (evitate di usare il latte artificiale o il ciuccio).
- Allattate spesso e in base alle esigenze del bambino; intervalli prolungati tra una poppata e l'altra potrebbero portare a un accumulo di latte materno.
- Se notate che il seno si sta riempiendo, incoraggiate il bambino a poppare.
- Controllate che il bambino si agganci correttamente; sperimentate varie posizioni di allattamento per vedere quale sia la più piacevole.
- Siate pazienti e lasciate che il bambino finisca di mangiare.
- Se desiderate interrompere l'allattamento, considerate la possibilità di ridurre gradualmente il numero di poppate.
- Evitare di indossare indumenti troppo stretti, che mettono sotto pressione il seno.

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked. *
Name
E-mail
Content
Verification code