Chat with us, powered by LiveChat Svezzamento dall'allattamento al seno: Ecco il modo giusto per farlo

Svezzamento dall'allattamento al seno: Ecco il modo giusto per farlo

By MomMed | 24 November 2022 | 0 Comments



L'allattamento al seno non nutre solo il corpo del bambino. Nutre le loro emozioni, li fa sentire confortati e porta l'estasi alla madre. L'Organizzazione Mondiale della Sanità e altre società pediatriche di tutto il mondo raccomandano alle madri di allattare esclusivamente al seno per i primi sei mesi. In seguito, però, sono necessari ulteriori nutrienti per la crescita del bambino.
 
Di conseguenza, diventa necessario passare ai cibi solidi o allo svezzamento. Sebbene ci siano molti consigli su quando iniziare lo svezzamento, vi diciamo che non esiste un'età giusta per lo svezzamento. Siete voi e il vostro bambino a decidere in qualsiasi momento dopo i sei mesi. Se decidete di abbandonare l'allattamento al seno, ecco alcuni consigli che vi aiuteranno a compiere la grande transizione in modo confortevole.
 

Cogliere gli indizi


Potete allattare il vostro bambino finché entrambi vi sentite a vostro agio. Tuttavia, alcuni segnali nel vostro piccolo indicheranno che è pronto per i cibi solidi. A quel punto, e in qualsiasi momento successivo, si può iniziare a svezzare il bambino dall'allattamento al seno.
 
I segnali di cui ci preoccupiamo sono principalmente di tipo evolutivo. Di solito si manifestano intorno al sesto mese. Tuttavia, il ritmo di sviluppo varia nei bambini. È quindi meglio avere pazienza e aspettare che il bambino sia pronto.

Ecco gli indizi da tenere d'occhio
Riesce a stare seduto senza alcun sostegno e a tenere la testa eretta.
Non resistono più al cucchiaio in bocca e non spingono il cibo all'esterno. Significa che hanno superato il riflesso di spinta della lingua e sono pronti a ingoiare cibi solidi.
Le loro capacità motorie sono abbastanza sviluppate. Sono in grado di identificare e tenere in mano gli oggetti.
Esprimono interesse per il cibo che viene consumato intorno a loro e cercano di prenderlo e metterlo in bocca.
Sono agitati durante le sessioni di allattamento.

 

Sapere quando non svezzare

Sebbene voi e il vostro bambino abbiate la piena libertà di decidere quando interrompere l'allattamento al seno, aggiungere lo svezzamento alla vostra routine durante i periodi di stress può essere un errore. Pertanto, assicuratevi che voi e il vostro bambino siate in buone condizioni di salute quando decidete di svezzare. Se uno dei due sta attraversando un disagio fisico, affrontare i grandi cambiamenti dello svezzamento può essere difficile.
 
Inoltre, un cambiamento di vita significativo come il cambio di casa, l'inizio dell'asilo nido o la dentizione non è un buon momento per iniziare lo svezzamento. Il bambino deve già adattarsi a molte cose. Imporre un'altra sfida sotto forma di svezzamento potrebbe appesantirlo e influire sulla sua salute emotiva e fisica, rendendo lo svezzamento impegnativo per entrambi.
 
Inoltre, verificate come il vostro piccolo reagisce allo svezzamento. Se fa fatica ad adattarsi e continua a non mangiare altri alimenti per giorni di fila, dategli un po' di tempo. Potete provare lo svezzamento un po' più tardi.
 

Andare piano

Se lo svezzamento avviene gradualmente, si dà a voi e al vostro bambino il tempo necessario per adattarsi ai cambiamenti. Inoltre, lo svezzamento lento previene l'ingorgo mammario e la mastite dovuta all'ostruzione dei dotti. L'approccio allo svezzamento più consigliato è quello di interrompere una sessione di allattamento ogni settimana.
 
In questo modo il bambino non sarà travolto da un mare di cambiamenti. Inoltre, darà al seno il tempo necessario per adattarsi alla minore richiesta di latte, con conseguente riduzione della produzione.
 
L'interruzione di una sessione di allattamento non significa necessariamente che il bambino non riceverà il latte materno in quel periodo. Invece di allattare, potete pompare il vostro latte materno e fornirlo.
 
Con i tiralatte indossabili e portatili di MomMed, il pompaggio è diventato più comodo che mai. Anche se state guidando, cucinando o lavorando in ufficio, potete sempre avere il latte pronto per il vostro piccolo.
 
Se il vostro piccolo non ha ancora compiuto il primo compleanno, non dategli il latte di mucca in sostituzione del vostro latte materno. Dategli del latte artificiale o un biberon. Dopo un anno, potrete sostituire la poppata con latte vaccino o con una merenda sana.
 

Rendete le cose facili al vostro piccolo

Lo svezzamento dall'allattamento al seno è emotivamente impegnativo anche per il vostro piccolo. Pertanto, non siate rigidi nella vostra routine di svezzamento. Fate in modo che il vostro bambino si senta a suo agio e aiutatelo a entrare spontaneamente nella routine.

Provate questi suggerimenti

Distraetelo: se avete abbandonato una sessione di allattamento e vedete che il vostro bambino desidera essere allattato al seno, offritegli una distrazione sotto forma di giocattolo, raccontategli una storia o portatelo al parco. Iniziate un'attività che distolga la loro attenzione. Alla fine si dimenticherà del bisogno di essere allattato.
 
Scambio di responsabilità: Questo è il momento in cui fate partecipare la vostra famiglia al vostro percorso di svezzamento. Se l'abbandono della poppata a letto o al risveglio sembra difficile, lasciate che il vostro partner o i vostri genitori mettano il bambino a letto o lo sveglino.

Non poter allattare con voi accanto è difficile per il bambino e può renderlo irritabile. Il fatto di non avervi accanto gli trasmette il messaggio che la sua richiesta non può essere soddisfatta. In questo modo si abituerà a non chiedere di essere allattato al mattino o durante il sonno.
 
Cambiare la routine: Se avete deciso di abbandonare una sessione di allattamento e di allattare in quel periodo, il vostro bambino potrebbe fare i capricci mentre accetta il biberon da voi. In questo caso, dovreste provare a cambiare il luogo abituale in cui avviene la poppata.
 
 Spostatevi in un'altra stanza e provate una nuova posizione. Dato che la loro mente è allenata ad associare persone e luoghi particolari a specifiche attività, cambiare questo aspetto aiuta a facilitare la transizione.
 
Fate molte coccole: Per compensare la perdita di contatto fisico dovuta allo svezzamento, è bene fornire conforto in tutti i modi possibili. Trascorrete del tempo di qualità con il vostro piccolo. Raccontategli storie, cantategli, giocate con loro e riempitelo di abbracci e coccole.

 

 

Lasciate che sia il vostro bambino a guidare, se va bene per voi

Se siete pronti ad accettare le sorprese, scegliete questa strada. Lasciare che sia il bambino a guidare non dà i risultati più rapidi. Questo approccio richiede di allattare il bambino solo quando lo chiede e di non offrirglielo quando non lo chiede. In questo modo, si assecondano i ritmi del bambino. Inutile dire che per smettere di allattare bisogna aspettare che il bambino sia del tutto pronto.
 

Il vostro seno potrebbe ingorgarsi: imparate a calmarvi


A volte, il tentativo di svezzare il bambino può causare un ingorgo mammario. L'ingorgo non è altro che la tensione e la pienezza del seno causate dall'ostruzione dei dotti lattiferi. Quando i seni producono più latte di quello che esprimono, il latte in eccesso blocca i dotti senza trovare una via di drenaggio. Questo provoca fastidio e dolore.
 
L'ibuprofene o l'acetaminofene aiutano ad alleviare il dolore. Inoltre, gli impacchi freddi possono lenire la tensione mammaria causata dall'ingorgo e dare sollievo. A questo scopo si possono usare gli assorbenti per l'allattamento tenuti in freezer per un po' di tempo o le foglie di cavolo.
 
Quando il seno si sente pieno, la cosa migliore da fare è tirare il latte. Utilizzate i tiralatte o esprimete il latte a mano. Se potete, fate una doccia con acqua calda. Questo aiuta a rilasciare un po' di latte e lenisce il seno.
 
Tuttavia, è bene evitare di spremere tutto il latte dal seno. Se lo fate, il vostro seno si informerà per continuare a produrre la stessa quantità di latte. D'altra parte, lasciare un po' di latte indica al seno che la richiesta di latte è diminuita. In questo modo la produzione di latte si ridurrà gradualmente.
 

Conclusione

 
Lo svezzamento dall'allattamento al seno non è facile né per voi né per il vostro bambino. È normale attraversare un'ondata di emozioni. Quindi, date a voi stessi e al vostro bambino il tempo di assimilare l'enorme cambiamento. Soprattutto, non confrontate i progressi del vostro bambino con quelli di altri bambini. Ognuno ha un ritmo diverso. Prendete le cose con calma e fate a modo vostro.
 

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked. *
Name
E-mail
Content
Verification code